For a better view please always click on images

venerdì 2 marzo 2007

Sidecar


Quando ero un ragazzino,a scuola compravo sempre il diario di B.C.

Penso che il nome dica qualcosa solo a chi ha più di 40 anni.

Questo diario scolastico mi piaceva perchè conteneva molti nonsense e battute surreali.

In una strip,due dei protagonisti se ne uscivano con questa frase: " E se andassimo a Zanzibar a farci un Sidecar ( è un cocktail...) da Omar?" Una cavolata,no? Eppure mi rimase impressa:per decenni quando non si sapeva che fare ho perseguitato i miei amici con questa stupidaggine. Non solo questa,per essere del tutto sinceri...

Ma due anni fa,anno di grazia 2005, sono andato a Zanzibar, mi sono seduto al tramonto di fronte all'oceano indiano e... Cavolo! Ho ordinato un Sidecar!!!! Purtroppo il locale non si chiamava " Da Omar": sarebbe stato il coronamento di un esistenza...

Si chiamava African House,stile coloniale,molto inglese,pieno di gente che si dava le arie di non essere un turista e tra cui mi sentivo "mzungu", straniero, come tra gli abitanti del luogo...

Era buonissimo,il mio sidecar, e me lo sono bevuto fumando beatamente,cosa che non è molto di moda tra i non-turisti,specialmente americani e italiani...


1 commento:

Diana ha detto...

Devo proprio dire che il tuo blog è proprio bello, ero qui sola con il sole che scaldava entrando dalle finestra dello studio, con quest'arietta frizzante e profumata di primavera e mi sono ritrovata a sognare... a immergermi nella magia dell'Africa... che bello... scrivi proprio bene!!!!